Decalogo Soci AD pescatorisile

Decalogo Soci Anno 2020

DECALOGO DI PESCA ANNO  2020

Decalogo Soci AD pescatorisile

PER TUTTE LE ZONE DI PESCA VANNO RISPETTATI I SEGUENTI ARTICOLI :

Art. 1 – UTILIZZO DEL SERVIZIO DI PESCA

  1. a) Il socio per esercitare l’attività di pesca deve essere in possesso:

del versamento regionale dovuto per la licenza di pesca dilettantistico – sportiva, del documento d’identità valido, del servizio di pesca ( Libretto annuale o libretto da 10 permessi o permesso giornaliero)e della TESSERA DI SOCIO della  Associazione Dilettantistico Pescatori Sile ( in seguito ADPS) valida per l’anno in corso.

               Art. 2 –  TESSERA DI SOCIO

Il socio DEVE ESPORRE la tessera di socio APPESA AL COLLO con l’apposito cordoncino e sopra gli indumenti in modo che sia ben VISIBILE per coloro che esercitano la VIGILANZA.

               Art. 3 – COMPILAZIONE DEL SERVIZIO DI PESCA

PRIMA DI INIZIARE L’AZIONE DI PESCA deve essere SEGNATO E BUCATO il giorno della settimana in cui si effettua l’uscita, la mezza giornata ( mattino o pomeriggio ), la zona di pesca prescelta ( ZONA 1 , ZONA 2 , ZONA 3 ) , LA MODALITA’ DI PESCA SCELTA ( TROFEO, CATTURE , NO KILL , ANGUILLA).

               Art. 4 – DOPO OGNI CATTURA

Segnare e forare la cattura ( se trattenuta )distinta per specie ( trota fario, iridea, persico, anguilla, altro pesce ) prima di riprendere la pesca .

SANZIONI : IL MANCATO RISPETTO DEGLI ARTICOLI 1,2,3,4   COMPORTA LA SANZIONE DI € 25,00 PER SINGOLO

ARTICOLO O LA CORRISPONDENTE SANZIONE NON PECUNIARIA ( VEDI REGOLAMENTO INTERNO art. 4 e art. 5)

Art. 5 – OBBLIGHI

  1. Il socio che ha scelto la modalità di cattura dovrà sempre avere il pescato al seguito e non nel veicolo o in altri luoghi. Il pescato in possesso del socio al momento del controllo, qualsiasi ne sia la provenienza, sarà calcolato sul numero giornaliero di catture consentite. Il socio deve consentire agli Agenti di Vigilanza o agli Ispettori dell’ADPS il controllo anche all’interno del veicolo. Si invitano i soci a verificare il rispetto del Regolamento e del Decalogo di pesca da parte di altri soci in azione di pesca. A seguito di eventuale richiesta da parte di un socio nei confronti di un altro socio, questi è tenuto ad avere un comportamento collaborativo ed educato. In caso di rifiuto, il socio che subisce un comportamento inadeguato è pregato di contattare immediatamente i seguenti Responsabili della Vigilanza: Cavallazzi F. cell. 347 5302419 ; Sig. Calzavara F. cell. 329 6716707 ; Sig. D’Urso D. cell. 347 9177225; dott.Giuseppucci G. cell. 335 7302505; Sig. Sartori D.cell. 340 1468247
  1. E’ obbligatorio in caso di SMARRIMENTO del SERVIZIO DI PESCA O DELLA TESSERA DI SOCIO , chiedere il duplicato presentando regolare denuncia alle forze dell’ordine ( per il servizio di pesca ) o dichiarazione firmata dello smarrimento (solo per la tessera o cordoncino). Il costo del duplicato del diritto di pesca è di € 20,00, mentre per la tessera e cordoncino è di € 5,00.
  2. IL SOCIO DEVE RESTITUIRE IL DOCUMENTO DEL SERVIZIO DI PESCA RICEVUTO debitamente compilato nella pagina del riepilogo al termine della stagione di pesca e comunque entro il 31 ottobre dell’anno in corso Sanzione € 10,00 .Se il socio intende rinnovare la sua iscrizione per l’anno successivo non è obbligato a restituire la tessera di socio che comunque dovrà essere RINNOVATA ENTRO IL 31 DICEMBRE DI OGNI ANNO

( versando la quota prevista di € 5,00 ). Il mancato rinnovo entro la data indicata comporta l’impossibilità di partecipare alla eventuale assemblea che venisse convocata dopo il 1 gennaio del successivo anno. Si ricorda che il termine per il pagamento del servizio di pesca è il 31 gennaio di ogni anno. Oltre le dette scadenze si applica la sanzione di € 20,00

  1. Per chi NON INTENDE RINNOVARE l’iscrizione all’ADPS è OBBLIGATORIO RESTITUIRE SIA IL SERVIZIO DI PESCA SIA LA TESSERA DI SOCIO UNITAMENTE AL CORDONCINO in buono stato in quanto di proprietà dell’ADPS e

importante ai fini dei dati statistici che devono essere inviati alla Regione.                                                     

SANZIONI: La mancata restituzione del servizio di pesca comporta una sanzione di € 10,00 e l’ammonizione scritta che potrebbe indurre il Consiglio Direttivo alla mancata accettazione della richiesta di socio anche per gli anni successivi per inadempienza di un obbligo .

La mancata restituzione della tessera e del cordoncino comporta la trattenuta da parte dell’ADPS della cauzione di € 5,00 , se versata o l’addebito se non versataART. 6 CATTURE : MISURE MINIME

In tutta la concessione devono essere rispettate le seguenti misure minime :trota fario cm. 30 ;   persico reale cm. 25   ;  cavedano cm. 35   ; carpa cm. 60 ; anguilla cm. 45.  SANZIONI: Per ogni cattura che non rispetta la misura minima € 100,00.  

 Art. 7  – MANOMISSIONE DEL SERVIZIO DI PESCA

Il servizio di pesca DEVE essere restituito in buono stato e non manomesso ( leggi pagine strappate, correzioni o cancellature non autorizzate preventivamente dagli addetti alla vigilanza).

Si raccomanda, in caso di errore, di telefonare alla vigilanza e di annotare il nome di chi autorizza la correzione.

SANZIONI: il mancato rispetto del precedente obbligo comporta una sanzione di  € 50,00 e l’ammonizione scritta che potrebbe indurre il Consiglio Direttivo alla mancata accettazione della richiesta di socio anche per gli anni successivi per inadempienza di un obbligo . Art. 8  DIVIETI

  1. E’ vietato il cambio di zona di pesca una volta effettuata una prima scelta( detto divieto NON si applica solo ed esclusivamente per chi sceglie il servizio di  PESCA  GIORNALIERO “ NO KILL” )
  2. E’ vietato il cambio di modalità di pesca una volta effettuata una prima scelta
  3. E’ vietato pescare di venerdì in tutta la concessione anche se festivo. SANZIONE € 100,00 
  4. E’ vietato continuare la pesca dopo aver raggiunto il n. massimo di catture consentite nella zona prescelta. Oltre alla sanzione prevista per ogni singolo divieto, per questo divieto è previsto anche l’IMMEDIATO RITIRO DEL SERVIZIO DI PESCA e l’eventuale ESPULSIONE decisa dal Consiglio che valuterà la gravità e la recidiva dell’infrazione
  5. E’ vietato lasciare sul luogo di pesca rifiuti ( carta, stracci,bottiglie,porta vermi ecc.)
  6. E’ vietato pescare per un altro socio fatta salva l’azione di lancio da parte di un accompagnatore per unminore (pierino) o un disabile.
  7. E’ vietato rilasciare in acqua i pesci di misura catturati con esche naturali o con artificiali a cui non è stato schiacciato l’ardiglione). Il presente divieto non riguarda chi pratica la modalità di pesca NO KILL o TROFEO.
  8. E’ vietato rilasciare trote iridee qualunque sia la misura e in TUTTE LE MODALITA’ DI PESCA.
  9. E’ vietato qualsiasi tipo di pasturazione, compreso il pane eccetto per il socio che pratica la modalità di pesca denominata “carp fishing” . Il quantitativo ammesso è kg.2 se asciutta e 4 kg.se bagnata.(art.8 Reg. Reg.)
  10. E’ vietato l’innesco, la detenzione e il trasporto del PESCIOLINO VIVO O MORTO
  11. E’ vietato in tutta la concessione l’uso e la detenzione della larva della mosca carnaria (bigattino) L’utilizzo di esche vietate comporta, oltre alla sanzione anche il ritiro del servizio di pesca .

SANZIONI: per ciascuno di questi divieti, se non rispettati, è prevista una sanzione di € 75,00  O LA

CORRISPONDENTE SANZIONE NON PECUNIARIA ( VEDI REGOLAMENTO INTERNO art. 4 e  art. 5 )

Art. 9  ZONE VIETATE ALLA PESCA

  1. E’ vietata la pesca dalla sponda destra del Sile a partire dalla centrale del Ponte della Gobba fino alla recinzione di Villa Ambrosio .
  2. E’ vietata la pesca nelle bandite ex impianto di acclimatamento di Porta Carlo Alberto e bacino a monte della centrale idroelettrica di Ponte S.Martino.
  3. E’ vietata la pesca dalla penisola formata dal Botteniga e dal canale delle Convertite (esterno) situata da Porta Manzoni fino al Ponte della Sape (zona conigli) .
  4. DIVIETO DI PESCA fino al 31/12/2020dalle Sorgenti del Botteniga, dette Fontanelle, in località S. Pelajo, fino alla confluenza tra Botteniga e Pegorile in Comune di Treviso.
  5. E’ vietata la pesca da abitazioni, balconi, terrazze private, dalle imbarcazioni e DAI PONTI APERTI AL PUBBLICO TRANSITO VEICOLARE
  6. E’ vietata la pesca nel tratto adiacente al PUT compreso tra Porta Caccianiga (nella così detta “curva delmerlo”) e il ponte di ferro in direzione della Stazione F.S. fino alla confluenza con il Sile.

SANZIONI: per ciascuno di questi divieti, se non rispettati, è prevista una sanzione di € 75,00  O LA CORRISPONDENTE SANZIONE NON PECUNIARIA ( VEDI REGOLAMENTO INTERNO art. 4 e  art. 5) Art. 10 – USCITE E RECUPERI

  1. In tutta la Concessione,per il periodo di apertura della pesca ai salmonidi, nel giorno in cui si effettua l’uscita, NON è consentita nessuna altra uscita. Durante la settimana è possibile acquistare i permessi giornalieri o usufruire dei recuperi come specificato al successivo punto 2.
  2. Nel corso della stagione di pesca si possono recuperare al massimo 10 uscite perse attraverso la compilazione del permesso di recupero presente solo nel permesso di pesca annuale.( Vedi ESEMPIO di compilazione allegato).

NOTA BENE: IL RECUPERO E’ AMMESSO SOLO DOPO AVER USUFRUITO DELL’USCITA SETTIMANALE PREVISTA NEL PERMESSO. IL RECUPERO E’ SEMPRE VIETATO LA DOMENICA.

Per chi non rispetta quanto indicato nel presente articolo, è prevista una sanzione di € 75,00  O LA CORRISPONDENTE SANZIONE NON PECUNIARIA ( VEDI REGOLAMENTO INTERNO art. 4 e art. 5)

Art. 11 –  ORARI DI PESCA

Marzo:  07,00 – 13,00  /  13,01 – 19,00 Luglio :  06,00 –  13,00 / 13,01 – 21,30
Aprile :  07,00 –  13,00  / 13,01 – 20,30 Agosto:  06,30 –  13,00 / 13,01 –  21,00
Maggio:  06,00 – 13,00  / 13,01 – 21,30 Settembre: 06,30-13,00 / 13,01-20,00
Giugno : 06,00 – 13,00 / 13,01 –  22,00

N.B. :  Gli orari sopra esposti rispettano l’art. 9 comma 4 del Regolamento Provinciale che recita : “ l’uso  degli attrezzi di pesca è vietato da un’ora dopo il tramonto…. gli orari sono consultabili nel sito www.dossier.net .

Gli orari del mattino invece sono stabiliti in funzione degli orari possibili per la Vigilanza . Sanzione 25,00 €

Art. 12 – SPECIE DI PESCI CON OBBLIGO DI RILASCIO

IN TUTTA LA CONCESSIONE E’ SEMPRE VIETATO TRATTENERE LE SEGUENTI SPECIE : TEMOLO , LUCCIO, IBRIDO DI

MARMORATA , TROTA MARMORATA .  SANZIONE 100,00 €  O LA CORRISPONDENTE SANZIONE NON PECUNIARIA  (VEDI REGOLAMENTO INTERNO art. 4 e  art. 5 )

ART. 13 – ZONA 1 TROFEO

  1. E’ vietato pescare il MARTEDI’ e  il VENERDI’anche se festivI
  2. E’ consentito trattenere un trofeo che per i salmonidi è fissato in un minimo di 50 cm., per il persico reale in un minimo di 25 cm. La scelta di trattenere il TROFEO conclude l’attività di pesca.ATTENZIONE: Ricordiamo che in tutta la concessione è OBBLIGATORIO trattenere eventuali catture di trote iridee ed è OBBLIGATORIO ANCHE per chi pratica il NO KILL .                            Si precisa che se la PRIMA trota iridea catturata supera i 50 cm. è considerata TROFEO e quindi è OBBLIGATORIO  cessare l’attività di pesca. Nel caso in cui la trota iridea allamata sia la prima trota catturata e di misura inferiore al TROFEO , E’ CONSENTITO  continuare l’azione di pesca fino a che non si allami una seconda trota iridea e, qualunque sia la misura,  E’ OBBLIGATORIO cessare l’attività di pesca.
  3. In questa zona SONO CONSENTITE SOLO le ESCHE ARTIFICIALI (le esche siliconiche sono ammesse purché SUPERIORI A CM.5)  PER LA PESCA A SPINNING ; PER LA PESCA A MOSCA è consentito pescare con ognuna delle seguenti tipologie : coda di topo ( sono consentite 2 mosche artificiali ), camolera ( 3 camole) e moschera (3 mosche) o  con uno streamer. Sono ammessi soltanto ami senza ardiglione o con ardiglione schiacciato.
  4. In questa zona SONO VIETATE TUTTE LE ESCHE NATURALI.
  5.  In questa zona il rilascio delle catture deve avvenire con modalità e precauzioni ben precise tali da non arrecare ulteriore stress al pesce . Usare mani o straccio bagnati per afferrare il pesce per la slamatura. Si consiglia di usare idonee pinze per estrarre l’amo cercando di effettuare l’operazione nel minor tempo possibile. Evitare che il pesce entri in contatto con il terreno. Ove sia possibile liberare il pesce “a pelo d’acqua”.Chi decide di pescare da sponde alte e non praticabili “ a pelo d’acqua” DEVE OBBLIGATORIAMENTE MUNIRSI di un guadino con un manico sufficientemente lungo per poter salpare il pesce e provvedere alla slamatura senza estrarlo dalla rete . Chi è sprovvisto di detto guadino deve astenersi dal pescare in zone sopra citate per non incorrere in sanzioni. SANZIONI : Per chi non rispetta quanto indicato nel presente articolo, è prevista una sanzione di 100,00  O LA  CORRISPONDENTE SANZIONE NON PECUNIARIA ( VEDI REGOLAMENTO INTERNO art. 4 e art. 5)

ART. 14 – ZONA 2

  1. Solo in questa zona è consentito pescare anche il MARTEDI’
  2. E’ possibile trattenere 2 trote nel rispetto delle misure stabilite ( vedi art. 6 del presente Decalogo di Pesca). La cattura del secondo salmonide conclude l’attività di pesca.

ATTENZIONE: Ricordiamo che in tutta la concessione è OBBLIGATORIO trattenere eventuali catture di trote iridee qualunque sia la misura.

3.In questa zona SONO CONSENTITE SOLO le seguenti ESCHE : esche NATURALI ( tutte quelle consentite nel Regolamento Regionale ( vedi art. 4), mentre SONO VIETATE quelle indicate all’art. 8, vedi comma 10 ( pesciolino vivo o morto) e comma 11 (larva di mosca carnaria “bigattino”) del presente Decalogo ;  PER LA PESCA A SPINNING tutte le esche artificiali (le esche siliconiche sono ammesse purché SUPERIORI A CM.5)  ; PER LA PESCA A MOSCA è consentito pescare con ognuna delle seguenti tipologie : coda di topo ( sono consentite 2 mosche artificiali ), camolera ( 3 camole) e moschera (3 mosche) o  con uno streamer. SANZIONE per chi trasgredisce :  € 75,00   O LA  CORRISPONDENTE SANZIONE NON PECUNIARIA( VEDIREGOLAMENTO INTERNO art. 4 e  5)

ART. 15 – ZONA 3

  1. In questa zona NON è consentito pescare il MARTEDI’anche se festivo.
  2. E’ possibile trattenere 3 trote nel rispetto delle misure stabilite ( vedi art. 6 del presente Decalogo di Pesca).La cattura del terzo salmonide conclude l’attività di pesca. ATTENZIONE: Ricordiamo che in tutta la concessione è OBBLIGATORIO trattenere eventuali catture di trote iridee qualunque sia la misura.
  3. In questa zona SONO CONSENTITE TUTTE LE ESCHE : NATURALI ( tutte quelle consentite nel Regolamento Regionale ( vedi art. 4) mentre SONO VIETATE quelle indicate all’art. 8 comma,10 ( pesciolino vivo o morto) e coma 11 (larva di mosca carnaria “bigattino”) del presente Decalogo ; TUTTE LE ESCHE ARTIFICIALI  (le esche siliconiche sono ammesse purché SUPERIORI A CM.5) PER LA PESCA A SPINNING ( E PER LA PESCA A MOSCA è consentito pescare con ognuna delle seguenti tipologie : coda di topo ( sono consentite 2 mosche artificiali ), camolera ( 3 camole) e moschera (3 mosche) o  con uno streamer.  SANZIONI : Per chi non rispetta quanto indicato nel presente articolo, è prevista una sanzione di € 75,00  O  LA  CORRISPONDENTE SANZIONE NON PECUNIARIA ( VEDI REGOLAMENTO INTERNO art. 4 e art. 5 ).                                        

ART. 16 – PESCA NO KILL

1) Tale modalità di pesca è praticabile in tutte le zone della concessione rispettando i giorni in cui è permesso pescare

2) Dopo aver segnato e forato la casella NO KILL e la casella della zona prescelta, in detta modalità è consentito il cambio di zona di pesca che comunque deve essere segnato e forato ogni volta che si passa da una zona all’altra.

3) Non è consentito trattenere alcun pesce salvo l’obbligo per la trota iridea.

ATTENZIONE: Ricordiamo che in tutta la concessione è OBBLIGATORIO trattenere eventuali catture di trote iridee  vedi quanto riportato nell’art.14 .                                                                                                                SOLO CON IL PERMESSO GIORNALIERO E’ CONSENTITO PESCARE TUTTO IL GIORNO in modalità NO KILL.

4) IN MODALITA’ NO KILL NELLA PESCA A SPINNING SONO AMMESSE TUTTE LE ESCHE ARTIFICIALI (le esche siliconiche sono ammesse purché SUPERIORI A CM.5)  POSSIBILI PER QUESTA TIPOLOGIA DI PESCA E SI DEVE PESCARE ESCLUSIVAMENTE CON UN SOLO AMO PRIVO DI ARDIGLIONE O CON ARDIGLIONE SCHIACCIATO;

PER CHI PESCA A MOSCA è consentito pescare sempre con amo senza ardiglione o con ardiglione schiacciato con la coda di topo (consentite 2 mosche artificiali ), con la camolera ( 3 camole) ; con la moschera ( 3 mosche) o  con uno streamer 

In questa modalità di pesca il rilascio delle catture deve avvenire con precauzioni ben precise tali da non arrecare ulteriore stress al pesce . Usare mani o straccio bagnati per afferrare il pesce per la slamatura. Si consiglia di usare idonee pinze per estrarre l’amo cercando di effettuare l’operazione nel minor tempo possibile. Evitare che il pesce entri in contatto con il terreno. Ove sia possibile liberare il pesce “a pelo d’acqua”.

Chi decide di pescare da sponde alte e non praticabili “ a pelo d’acqua” DEVE OBBLIGATORIAMENTE MUNIRSI di un guadino con un manico sufficientemente lungo per poter salpare il pesce e provvedere alla slamatura senza estrarlo dalla rete . Chi è sprovvisto di detto guadino deve astenersi dal pescare in zone sopra citate per non incorrere in sanzioni.Per chi non rispetta quanto indicato nel presente articolo, è prevista una  di SANZIONE   € 75,00  O

LA  CORRISPONDENTE SANZIONE NON PECUNIARIA ( VEDI REGOLAMENTO INTERNO art. 4 e art. 5)

ART. 17 – PESCA ALLE ANGUILLE

LA PESCA ALLE ANGUILLE E’ VIETATA IN TUTTA LA CONCESSIONE DAL 1 GENNAIO AL 31 MARZO DI OGNI ANNO.(Reg.to Regionale 6/2018 ) 1) In ZONA 2 e ZONA 3 è consentita la pesca notturna alle anguille con l’uso di due canne ciascuna armata di un solo amo , o con l’uso della mazzacchera o boccon da un’ora dopo il tramonto fino alle 03,00 ( SOLO PERLA ZONA 2) .  Nella ZONA 3 da un’ora dopo il tramonto fino alle 24,00 Resta inteso il lunedì e il giovedì l’attività di pesca termina alle ore 24,00 .

Nella ZONA 1 è consentito pescare solo con la mazzacchera .

Per chi pratica questo tipo di pesca ricordiamo che il permesso va compilato segnando e forando la casella che  indica la ZONA, la modalità dell’uscita a anguille, il giorno della settimana, solo il pomeriggio che comunque, per questo tipo di pesca, si deve intendere da un’ora dopo il tramonto fino alle 24,00 in zona 1 e zona 3 e  in zona 2 fino alle ore 3,00 escluso il lunedì e il giovedì che cessa alle 24,00.

2) CATTURE : Sono consentiti al massimo 5 esemplari ( vedi regolamento del BUR Regionale n.133 del 28/12/2018) per ogni uscita effettuata.

3) DURANTE LA PESCA NOTTURNA DELL’ANGUILLA E’ VIETATO DETENERE ALTRI PESCI 

4) MISURE : è POSSIBILE CATTURARE AL MASSIMO N. 5 esemplari che abbiano una misura uguale o superiore a cm. 45 ( vedi regolamento del BUR Regionale n.133 del 28/12/2018). SANZIONI : Per chi non rispetta quanto indicato nel presente articolo, è prevista una sanzione di € 75,00  O LA  CORRISPONDENTE SANZIONE NON PECUNIARIA ( VEDI REGOLAMENTO INTERNO art. 4 e art. 5).

In caso di infrazioni del Regolamento Regionale sarà redatto regolare verbale di accertamento, copia del quale sarà trasmessa alla Struttura Competente. Le infrazioni riguardanti restrizioni del concessionario a riguardo di periodi di divieto, giornate e orari di pesca, modi e attrezzi di pesca, esche e pasture, lunghezze minime e quantità di prelievo costituiscono parte integrante del regolamento anche ai fini sanzionatori (art.37 comma 7 del reg. regionale n°6 del 2018). 

Per eventuali delucidazioni , interpretazioni o dubbi relativi al Regolamento potete contattare :

IL Presidente  : Ongaro Roberto              335 68 72 672

Il Tesoriere  : Giuseppucci Gabriele     335 73 02 505

Coordinatore Vigilanza  : Cavallazzi Fausto  347 53 02 419

Ispettori di Vigilanza :

Sig. Calzavara F. cell. 329 67 16 707 ;

Sig. D’Urso D. cell.  347 91 77225 ;  

Sig. Sartori D. cell.  340 14 68 247 .

Sito internet    :  www.pescatorisile.  altervista.org

La sede è presso il negozio “ Sport Sile “ in via Internati n. 1943 / 45     31057  SILEA      tel.  0422 – 36 1       

Decalogo Soci Anno 2020  

Decalogo Soci AD pescatorisile                                                                                                                                            

Home